La Biorisostanza

ll termine "Bioresonance Therapy" (abbreviato” BRT”) fu coniato nel 1987 dall’Istituto Brugemann, ora REGUMED GmbH, per definire la "Terapia con le oscillazioni proprie del paziente", che si rifà all’intuizione del Dr. Franz Morell che presentò questa idea per la prima volta nel 1977.

Tale approccio terapeutico consiste nell’individuare e correggere le frequenze “disarmoniche”proprie della persona, potenziando nel contempo quelle fisiologiche “sane”.

La Biorisonanza stimola il corpo, in modo assolutamente non invasivo, nella propria funzione di autoregolazione ed a ritrovare il proprio equilibrio bioenergetico e la vitalità, armonizzando la persona.

La Biorisonanza BICOM®, che effettuo presso il mio ambulatorio, si definisce una tecnica di regolazione fisiologica, che opera ad un livello biofisico e utilizza le informazioni del campo elettromagnetico naturale del corpo e delle sostanze presenti in natura.

Il campo di azione però si pone a livello informazionale, agendo sul controllo e sulla regolazione del campo biofisico.

Poiché si evince, dalle ricerche nel campo della Fisica, che la dimensione biofisica regola e controlla le dinamiche biochimiche, con la Biorisonanza è possibile agire ad un livello causale profondo e non solo sul sintomo.

Pertanto, tale metodica viene utilizzata per trattare diverse patologie tra cui:

  • Allergie e intolleranze alimentari;
  • Asma bronchiale;
  • Dermatite atopica;
  • Patologie gastrointestinali;
  • Poliartrite.